Monthly Archives: Giugno 2017

S.S Lazio e il suo nuovo allenatore

La S.S Lazio annuncia che Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della prima squadra. Questo è il comunicato scritto dalla squadra nel suo sito ufficiale il 9 luglio 2021. Sull’account twitter la notizia è corsa veloce e la Lazio ha anche giocato sulla curiosità degli utenti con due foto che richiamano la personalità di Sarri, la sigaretta in mano mentre allena.

Maurizio Sarri è stato chiamato da Lotito per la Champions

Il contratto con Maurizio Sarri durerà due anni e costerà tre milioni a stagione racconta la Gazzetta. In più ricorda che l’addio a Simone Inzaghi non è stato semplice, l’ex capocannoniere celeste ha litigato con la dirigenza. Così i giornali raccontano “Un’operazione che la Lazio ha voluto portare a termine a tutti i costi… Lotito ha puntato su Sarri per pogammare il ritorno in Champions.

Simone Inzaghi ha da poco firmato il contratto con l’Inter, squadra campione che ha chiuso male con Conte.

Pirlo e l’ex tecnico dell’Inter sono gli allenatori, forse “disoccupati”, più discussi del momento: Oggi.it gli ha dedicato un’esclusiva fotografica tra gossip e curiosità. Entrambi gli ex allenatori hanno dei progetti e anche delle notizie di squadre europee interessate a stipulare contratti regionali.

La Lazio ha davanti a sé in classifica il Napoli, la Juventus, l’Atalanta, il Milan e l’Inter. Tutte squadre fortissime che puntano anche loro a vincere e mantenere in posto fino alla finale in Champions, una squadra italiana potrebbe veramente con questa forza di volontà arrivare a giocare il nuovo formato Uefa 2024/2025.

Anche i bookmakers online sono interessati a questo possibile esito, parliamo di portali di scommesse sportive del tipo www.toprally.it. Ancora non hanno creanto antepost ma da luglio e dopo la fine degli Europei di calcio, si inizieranno a scrivere i primi pronostici e forse le prime quote.

Qualcuno conosce bene Maurizio Sarri, ecco chi

L’allenatore Arrigo Sacchi conosce bene Maurizio Sarri approva la scelta della Lazio, lo dichiara a La Gazzetta dello Sport.

  • Sarri non ha bisogno di consigli, sa già quello che deve fare. È un allenatore che sa dare uno stile alle squadre, e questo non è da tutti.
  • Credo proprio che la stagione trascorsa in bianconero gli abbia insegnato molte cose. E siccome stiamo parlando di un uomo intelligente sono certo che questa esperienza lo abbia migliorato. Alla Lazio si troverà bene.
  • gli allenatori devono essere dei maestri, degli strateghi, e non soltanto dei tattici. Sarri è uno che insegna il calcio, i suoi ragazzi non hanno che da seguirlo e vedrete che otterranno grandi soddisfazioni. Certo, un po’ di tempo, all’inizio, bisogna concederglielo perché i castelli non si costruiscono dall’oggi al domani.
  • Nell’intervista, Arrigo Sacchi ha anche parlato dell’Italia che giocherà lunedì la prima partita degli europei contro la Turchia.
  • “l campionato europeo ci dirà il nostro reale valore. Nel frattempo, non dobbiamo scordarci che il ct e i suoi ragazzi hanno ereditato una Nazionale che dopo circa 60 anni ha mancato la qualificazione a un Mondiale, quello in Russia. Inoltre, i club italiani pur ‘rinforzati’ da giocatori stranieri non vincono tornei internazionali da undici anni.”

11 giugno 2021, iniziano gli europei Euro 2020

Onoreremo ogni minuto, scenderemo in campo con la spensieratezza di quando si è ragazzini e si comincia a giocare a calcio, ma anche con la responsabilità di chi rappresenta uno dei paesi più forti e belle al mondo. Queste sono solo alcune delle parole di Roberto Mancini, CT degli Azzurri, all’Italia, una lettera più lunga dove l’allenatore riflette anche sulle difficoltà vissute a causa della pandemia, prima del grande appuntamento sportivo.

“Sembra passata un’eternità – scrive – da quando abbiamo ottenuto la qualificazione in quella sera all’Olimpico contro la Grecia, era ottobre 2019, eravamo euforici e davanti a noi l’occasione di tornare all’Olimpico qualche mese dopo e toglierci una grande soddisfazione sportiva con l’Europeo itinerante.

Il 2020 doveva essere l’anno di una grande soddisfazione, l’anno in cui condividere una gioia insieme, ma sappiamo tutti come è andata.

È stato un anno in cui abbiamo cambiato le nostre abitudini, per alcuni sono stati mesi lontani dalle persone che amiamo, qualcuno purtroppo le persone che ama le ha perse. Mesi in cui le cose più semplici sono diventate complesse. Per nessuno è stato facile, eppure ognuno a modo suo ce l’ha fatta.

Le conseguenze della pandemia globale sono ancora evidenti e toccherà essere forti ancora per un po’.

Lo sport in questi momenti, come ho detto più di una volta, è uno strumento essenziale della nostra vita. Può aiutarci a stare meglio, può aiutarci a staccare temporaneamente da alcuni pensieri o momenti complicati. Lo sport può regalarci tante emozioni positive. Mai come ora ne abbiamo estremo bisogno.

Convocati Italia e Formazione probabile

Chiellini attaccante e capitano azzurro ha espresso i suoi pensieri sul debutto italiano agli europei. “La voglia di rifarci è tanta, la sconfitta con la Svezia a Milano per la qualificazione ai Mondiali non si può cancellare e ci rimane dentro. Siamo stati bravi però a trasformare quella delusione in entusiasmo, noi ma anche i tifosi che si stanno galvanizzando per una competizione che manca ormai da 5 anni.”

Da Tuttosport, ecco la lista dei 26 convocati di venerdì, giornata che prevede anche un momento di festa iniziare e tanti eventi legati al calcio, allo sport e alla musica.

  • Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino).
  • Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Psg), Leonardo Spinazzola (Roma), Rafael Toloi (Atalanta).
  • Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Frello Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Marco Verratti (Psg).
  • Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo).

C’è chi ipotizza anche delle formazioni, nei bookmakers l’Italia è favorita con quota, ad esempo su https://www.babibet.net/, a 1.51 contro gli 8 punti della Turchia e 3.70 del pareggio.

La prima formazione dell’Italia potrebbe essere: 4-3-3 con Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. Sono indisponibili Pellegrini e Verratti-

La Turchia squadra 1 risponderebbe con un 4-1-4-1 e Çakir; Celik, Söyüncü, Demiral, Meras; Yokuslu; Karaman, Yazici, Tufan, Calhanoglu; Yilmaz. La nostra squadra avversaria non ha giocatori indisponibili.