Category Archives: Varie

Ucraina Austria: statistiche, formazioni, cronaca

La partita Ucraina Austria era decisiva per noi italiani, usciti vincitori dal Galles. Infatti, da questo match usciva la nostra prima e unica avversaria negli ottavi di finale. L’Italia era favorita secondo molti bookmakers che seguono gli Europei di calcio (https://www3.sitiscommesse24.com/). Alla fine ha vinto l’Austria. Ecco le statistiche della partita e alcune conclusioni importanti.

La formazione di inizio

Ucraina (4-5-1) – Bushchan; Karavaev, Zabarnyi, Matviyenko, Mykolenko; Yarmolenko, Shaparenko (dal 23’st Bomfim), Sydorchuk, Zinchenko; Malinovskyi (dal 1′ st Tsygangkov)), Yaremchuk. A disposizione: Sudakov, Pyatov, Trubin, Dovbyk, Makarenko, Stepanenko, Krivtsov, Tymchyk, Sobol.

Austria (4-3-2-1) – Bachmann; Lainer Dragovic, Hinteregger, Alaba; Schlager, Laimer (dal 26′ st Ilsanker), Grillitsch; Baumgartner (dal 31′ Schopf), Sabitzer; Arnautovic (dal 45′ st Kalajdzic). A disposizione: Schlager,Onisiwo, Gregoritsch, Lienhart, Posch, Schaub, Pervan, Ulmer, Trimmel.

Si è giocato nell’Arena Nazionale di Bucarest, stadio che ospita le finali della Coppa di Romania e della super Coppa di Romania, nonché stadio classificato dall’Uefa nella Categoria 4. Finora qui si sono giocate quattro partite di Euro 2020, le squadre che hanno corso qui sono: Austria, Macedonia del Nord, Ucraina, Francia, Svizzera.

Statistiche della partita

Iniziando dall’Ucraina ha registrato: 5 tiri totali e 1 in porta, 51% di posseso palla, 455 passaggi, 81% precisione nei passaggi. 10 falli commessi, un fuorigioco e 4 calci d’angolo. L’Austria si giocava la possibilità di giocare la sua prima partita storica negli ottavi di finale, squadra con giocatori quasi tutti presenti nella Bundesliga, fortemente atletici e coraggiosi in campo. 18 tiri totali, 4 in porta, 455 passaggi, 49% possesso palla, 70% precisione passaggi. 11 falli commessi, 2 fuorigioco, 9 calci d’angolo.

Nessun cartellino segnalato, ecco la lista dei sostituti. Per l’Ucraina: Sobol, Sudakov, Kryvcov, Stepanenko, Marlos, Pyatov, Makarenko, Cyhankov, Bjjsjedin, Trubin, Tymcyk, Dovbyk. Per l’Austria: Schlanger, Ulmer, Posch, Ilsanker, Gregoritsch, Pervan, Lienhart, Trimmel, Schaub, Schopf, Onisiwo, Kalajdzic.

Interviste e dichiarazioni

L’Austria è una giocatore solida con giocatori di qualità. Sono compatti e forti atleticamente, con gioco loro. Abbiamo grande rispetto per loro e ci aspettiamo una bella partita. Entrambe giocheranno per vincere, anche se sappiamo che un punto ci basterebbe. Tuttavia in questo torneo non si può andare in campo con questa mentalità; giocheremo con l’unico obiettivo di vincere. Parole di Shevchenko.

F. Foda dopo la partita con l’Italia. Siamo tutti dispiaciuti, anche i giocatori, dopo questa eliminazione. Però siamo orgogliosi di questa prestazione. Tutto il paese è orgoglioso della Nazionale, abbiamo scritto la storia arrivando agli ottavi. Abbiamo perso di misura contro una delle favorite agli Europei. La nostra è stata una prestazione comunque straordinaria e sono orgoglioso.

S.S Lazio e il suo nuovo allenatore

La S.S Lazio annuncia che Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della prima squadra. Questo è il comunicato scritto dalla squadra nel suo sito ufficiale il 9 luglio 2021. Sull’account twitter la notizia è corsa veloce e la Lazio ha anche giocato sulla curiosità degli utenti con due foto che richiamano la personalità di Sarri, la sigaretta in mano mentre allena.

Maurizio Sarri è stato chiamato da Lotito per la Champions

Il contratto con Maurizio Sarri durerà due anni e costerà tre milioni a stagione racconta la Gazzetta. In più ricorda che l’addio a Simone Inzaghi non è stato semplice, l’ex capocannoniere celeste ha litigato con la dirigenza. Così i giornali raccontano “Un’operazione che la Lazio ha voluto portare a termine a tutti i costi… Lotito ha puntato su Sarri per pogammare il ritorno in Champions.

Simone Inzaghi ha da poco firmato il contratto con l’Inter, squadra campione che ha chiuso male con Conte.

Pirlo e l’ex tecnico dell’Inter sono gli allenatori, forse “disoccupati”, più discussi del momento: Oggi.it gli ha dedicato un’esclusiva fotografica tra gossip e curiosità. Entrambi gli ex allenatori hanno dei progetti e anche delle notizie di squadre europee interessate a stipulare contratti regionali.

La Lazio ha davanti a sé in classifica il Napoli, la Juventus, l’Atalanta, il Milan e l’Inter. Tutte squadre fortissime che puntano anche loro a vincere e mantenere in posto fino alla finale in Champions, una squadra italiana potrebbe veramente con questa forza di volontà arrivare a giocare il nuovo formato Uefa 2024/2025.

Anche i bookmakers online sono interessati a questo possibile esito, parliamo di portali di scommesse sportive del tipo www.toprally.it. Ancora non hanno creanto antepost ma da luglio e dopo la fine degli Europei di calcio, si inizieranno a scrivere i primi pronostici e forse le prime quote.

Qualcuno conosce bene Maurizio Sarri, ecco chi

L’allenatore Arrigo Sacchi conosce bene Maurizio Sarri approva la scelta della Lazio, lo dichiara a La Gazzetta dello Sport.

  • Sarri non ha bisogno di consigli, sa già quello che deve fare. È un allenatore che sa dare uno stile alle squadre, e questo non è da tutti.
  • Credo proprio che la stagione trascorsa in bianconero gli abbia insegnato molte cose. E siccome stiamo parlando di un uomo intelligente sono certo che questa esperienza lo abbia migliorato. Alla Lazio si troverà bene.
  • gli allenatori devono essere dei maestri, degli strateghi, e non soltanto dei tattici. Sarri è uno che insegna il calcio, i suoi ragazzi non hanno che da seguirlo e vedrete che otterranno grandi soddisfazioni. Certo, un po’ di tempo, all’inizio, bisogna concederglielo perché i castelli non si costruiscono dall’oggi al domani.
  • Nell’intervista, Arrigo Sacchi ha anche parlato dell’Italia che giocherà lunedì la prima partita degli europei contro la Turchia.
  • “l campionato europeo ci dirà il nostro reale valore. Nel frattempo, non dobbiamo scordarci che il ct e i suoi ragazzi hanno ereditato una Nazionale che dopo circa 60 anni ha mancato la qualificazione a un Mondiale, quello in Russia. Inoltre, i club italiani pur ‘rinforzati’ da giocatori stranieri non vincono tornei internazionali da undici anni.”

11 giugno 2021, iniziano gli europei Euro 2020

Onoreremo ogni minuto, scenderemo in campo con la spensieratezza di quando si è ragazzini e si comincia a giocare a calcio, ma anche con la responsabilità di chi rappresenta uno dei paesi più forti e belle al mondo. Queste sono solo alcune delle parole di Roberto Mancini, CT degli Azzurri, all’Italia, una lettera più lunga dove l’allenatore riflette anche sulle difficoltà vissute a causa della pandemia, prima del grande appuntamento sportivo.

“Sembra passata un’eternità – scrive – da quando abbiamo ottenuto la qualificazione in quella sera all’Olimpico contro la Grecia, era ottobre 2019, eravamo euforici e davanti a noi l’occasione di tornare all’Olimpico qualche mese dopo e toglierci una grande soddisfazione sportiva con l’Europeo itinerante.

Il 2020 doveva essere l’anno di una grande soddisfazione, l’anno in cui condividere una gioia insieme, ma sappiamo tutti come è andata.

È stato un anno in cui abbiamo cambiato le nostre abitudini, per alcuni sono stati mesi lontani dalle persone che amiamo, qualcuno purtroppo le persone che ama le ha perse. Mesi in cui le cose più semplici sono diventate complesse. Per nessuno è stato facile, eppure ognuno a modo suo ce l’ha fatta.

Le conseguenze della pandemia globale sono ancora evidenti e toccherà essere forti ancora per un po’.

Lo sport in questi momenti, come ho detto più di una volta, è uno strumento essenziale della nostra vita. Può aiutarci a stare meglio, può aiutarci a staccare temporaneamente da alcuni pensieri o momenti complicati. Lo sport può regalarci tante emozioni positive. Mai come ora ne abbiamo estremo bisogno.

Convocati Italia e Formazione probabile

Chiellini attaccante e capitano azzurro ha espresso i suoi pensieri sul debutto italiano agli europei. “La voglia di rifarci è tanta, la sconfitta con la Svezia a Milano per la qualificazione ai Mondiali non si può cancellare e ci rimane dentro. Siamo stati bravi però a trasformare quella delusione in entusiasmo, noi ma anche i tifosi che si stanno galvanizzando per una competizione che manca ormai da 5 anni.”

Da Tuttosport, ecco la lista dei 26 convocati di venerdì, giornata che prevede anche un momento di festa iniziare e tanti eventi legati al calcio, allo sport e alla musica.

  • Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino).
  • Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Psg), Leonardo Spinazzola (Roma), Rafael Toloi (Atalanta).
  • Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Frello Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Marco Verratti (Psg).
  • Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo).

C’è chi ipotizza anche delle formazioni, nei bookmakers l’Italia è favorita con quota, ad esempo su https://www.babibet.net/, a 1.51 contro gli 8 punti della Turchia e 3.70 del pareggio.

La prima formazione dell’Italia potrebbe essere: 4-3-3 con Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. Sono indisponibili Pellegrini e Verratti-

La Turchia squadra 1 risponderebbe con un 4-1-4-1 e Çakir; Celik, Söyüncü, Demiral, Meras; Yokuslu; Karaman, Yazici, Tufan, Calhanoglu; Yilmaz. La nostra squadra avversaria non ha giocatori indisponibili.

Cosa sono i Bonus Benvenuto e i Bonus Scommesse

Chi ha già una discreta conoscenza dei siti di scommesse online certamente avrà sentito parlare di Bonus Benvenuto e Bonus Scommesse.. Questo articolo serve a farvi capire bene cosa sono e come sfruttarli nel modo adeguato.

Bonus di benvenuto: cosa sono e come usarli al meglio quando si gioca

I bonus di benvenuto, come è facilmente intuibile, sono dei bonus dedicati a chi è appena arrivato cioè ai nuovi giocatori che accedono a quel sito specifico. Questo tipo di bonus è abbastanza alto perché deve attirare il giocatore per farlo giocare su quel sito e non su i tanti altri presenti online, infatti la concorrenza nel mondo delle scommesse è molto alta. Questo bonus di benvenuto dedicato ai nuovi clienti si può utilizzare una volta sola e ce ne sono diverse tipologie. Il più interessante è certamente il bonus scommesse sportive, che è un tipo di bonus che dà la possibilità di giocare più schedine e quindi di moltiplicare le probabilità di vittoria.

I bonus di benvenuto sono nati con la trasformazione on-line del gioco d’azzardo: infatti non erano utilizzati nelle classiche agenzie di scommesse o nelle slot dei bar sia perché era difficile erogarli non online sia perché sono nati appunto per battere la concorrenza e ai tempi pre-gambling online era difficile che dal bar sotto casa ci si spostasse più lontano solo per il gusto di provare.

Bonus scommesse: cosa sono e come usarli al meglio quando si gioca

Come dicevamo i Bonus Scommesse sono i più ricercati perché aumentano la probabilità di vincita. In questo caso sono presenti sia come bonus di benvenuto appunto sia come bonus post registrazione: di questi ultimi ne possono anche usufruire giocatori già iscritti. Ce ne sono di diverse tipologie ad esempio Bonus Scommesse sulla prima ricarica oppure Bonus Scommesse senza deposito; possono rimborsare la giocata o le giocate del giocatore oppure consistono in una percentuale sulla prima ricarica eseguita. Ma come si fa a scegliere il miglior Bonus Scommesse? Bisogna innanzitutto pensare di che tipo è il nostro gioco e scegliere in base a questo. Facciamo alcuni esempi: se di solito si punta su una sola partita è preferibile scegliere il rimborso della giocata invece se si giocano di solito più partite è il caso di optare per il bonus scommesse che restituisce una percentuale sulla prima ricarica effettuata così da poter giocare su più schedine. Questo secondo tipo cioè sulla percentuale è il Bonus Scommesse più scelto.

Nella scelta di un sito scommesse bisogna guardare anche se offre dei bonus a chi è già iscritto in modo che se giocheremo a lungo su quel sito ne potremo usufruire anche noi.

 

Questa attenzione al giocatore e al marketing fa si che il settore delle scommesse sia tra i pochi che sono sopravvissuti alla crisi, anzi che trascinano l’economia italiana. Il risultato positivo è che si sono creati dei posti di lavoro, quindi il merito del Bonus Scommesse e dei Bonus Benvenuto è quello di avere rafforzato questo settore, rivoluzionando il gioco d’azzardo e delle scommesse, che in generale sono sempre attenti al giocatore e non escludiamo che in futuro vi possono essere ancora degli altri tipi di Bonus.

A questo punto è legittimo chiedersi dove giocare e perché. Non in tutti i Paesi il gioco d’azzardo è consentito. Alcuni dei Paesi che consentono ai casinò e ai siti di scommesse online di operare hanno linee guida e regolamenti severi che assicurano che i casinò e i siti di scommesse funzionino legittimamente. Si assicurano che il sito paghi quando i giocatori vincono e assicurano che le quote pubblicate corrispondano alle quote effettive programmate in ciascun gioco/sport. Un sito legale che consiglio è http://www.betnuovo.com.

I siti di giochi illegali potrebbero dirti che i loro giochi sono equi e testati, ma come fai a saperlo? Con operatori di gioco d’azzardo online legali a marchio Aams i giochi sono testati dagli stessi regolatori che testano tutto al casinò fisico. Ciò dovrebbe darti la certezza che una slot machine sta pagando ciò che è destinato a rimborsare, che un mazzo di carte digitali è gestito in modo equo e che ogni altro aspetto di ogni altro gioco è a livello.

E i giochi non sono solo testati: i casinò e le scommesse sportive online sono tenuti a presentare resoconti dettagliati di tutto ciò che accade all’interno di un gioco in modo che chi vigila possa individuare qualsiasi cosa irregolare. La tenuta dei registri significa che se avete una controversia con un casinò o con un sito di scommesse, chi vigila sarà in grado di risolverlo con fatti. Non è possibile ottenere questo livello di sicurezza nei siti di giochi d’azzardo illegali.

 

Federer si ritira, il mio obiettivo è Wimbledon ora devo pensare al mio fisico.

Maratona giocata contro Koepfer, costringe Roger Federer a ritirarsi e non giocare contro Berettini. “non so quanta benzina mi rimane e quanto il mio fisico riuscirà a reggere”. Per scommettere sui prossimi incontri e usufruire del bonus di benvenuto collegatevi a 22betonline.it . Il Roland Garros ha confermato il ritiro di Federer dopo la lunga partita sostenuta contro il tedesco Dominik Koepfer. In una dichiarazione ha detto “ho parlato con il mio team e ho deciso di ritirarmi dal Roland Garros.

Ho subito due interventi al ginocchio e un anno di riabilitazione quindi mi trovo costretto a fare i conti con il mio corpo e lo devo ascoltare. La strada verso il recupero completo è ancora lunga, sono entusiasta delle tre partite vinte. Stare in campo e vincere è la sensazione più bella”.

Guy Forget, direttore del torneo, ha commentato la notizia “il torneo del Roland Garros è molto dispiaciuto per il ritiro di Federer dopo aver giocato e vinto una grande partita contro Koepfer. Siamo contenti che sia venuto a Parigi e ci ha deliziato con il suo alto livello in campo. Gli auguriamo il meglio per il resto della stagione”.

Dichiarazione di Federer prima di lasciare Parigi

Roger è stato fiaccato da una maratona di 3 ore e 35 minuti dove si è arrivati a tre tie break e quattro long set. “match duro ma è bello provare queste sensazioni. Ora devo pensare a quale scelta sia la migliore da fare in vista dei prossimi appuntamenti tennistici. Vorrei giocare i tornei su erba e non mi aspettavo proprio di vincere tre partite qui a Parigi. Non so ancora in che condizioni è il mio fisico e quanta benzina mi resta specialmente dopo una partita del genere. E,’ stata una battaglia e l’ho giocata fino alla fine ma ora devo pensare al mio fisico”.

Mancuso, operato di tumore

Un post su Instagram è stato pubblicato dal capitano dei salentini per fornire notizie sulle sue condizioni di salute. “I medici mi avevano detto per me la stagione era finita. Passate due settimane ero di nuovo a correre in campo”. Consultate il sito betn1link.info.

La malattia

All’inizio sembrava una semplice appendicite ma non era così. Marco Mancosu, capitano del Lecce, è stato assente in campo per quattro partite nel mese di aprile per un intervento chirurgico. E’ sceso in campo lo scorso week end per aiutare i compagni verso la promozione.

Nel post di Instagram oggi ha voluto rendere chiara la sua situazione: “mi sono operato lo scorso 26 marzo di tumore. Non pensavo di dovermi trovare in questo mondo e non avrei mai voluto vedere il terrore che mi circondava.

Gli occhi delle persone che amo pieni di preoccupazione, paura e terrore in quelli di mia moglie che quest’estate ha perso il padre proprio per questo motivo. La paura più grande era anche quella di non poter vedere crescere mia figlia.

Mi sono recato nei migliori centri italiani e proprio lì mi sono trovato vicino a tanta altra gente che non so nemmeno se sia riuscita a superare la malattia e se sia ancora viva”.

Tenacia e coraggio

I medici in prima battuta gli hanno subito comunicato che sicuramente la sua stagione calcistica era finita. Mancosu però non si è arreso a questo verdetto, “nella sala d’aspetto non esistono differenze sociali, lì si è tutti uguali e tutti alle prese con un male che non è controllabile. I medici mi avevano detto di pensare alla prossima stagione per questa era terminata.

Dopo, due settimane ero in campo a correre con i miei compagni. A distanza di un mese sarei dovuto tornare a Milano per capire se dovevo essere sottoposto a chemio o no ma non ci sono ancora andato.

Ora voglio fare la cosa che amo di più giocare a calcio. A fine campionato si vedrà io per ora ho già vinto. La vita sicuramente non sarà giusta perché nessuno nella vita meriti di avere un tumore ma non deve mai mancare il coraggio.

Il coraggio per affrontare le avversità, il coraggio di prendersi responsabilità, il coraggio di mostrarsi deboli ed essere anche più forti di quanto si possa credere”.

Scuse

Il capitano del Lecce ha dovuto mentire nascondendo la malattia e per questo ha voluto far luce e scusarsi con tutti. “Questo vuol dire essere uomo e credetemi di tutti gli errori in campo non me ne frega un ca…. Queste cose succedono solo a chi osa a chi prova, sbaglia e riprova ancora.

Ne parlo solo ora perché prima non ero pronto. Questa cosa l’ho voluta vivere solo con le persone che amo e per questo ora mi scuso con chi ho mentito per poter nascondere il motivo del mio problema.

Dal 26 marzo data dell’intervento sono ancora più orgoglioso di me e di chi mi sta vicino”. Gli uomini di Corini cercano la A guidati dal capitano Mancosu e siamo solo a due giornate dalla fine.

Cronaca Ajax Roma, partita di andata

L’8 aprile 2021 sono state giocate le partite di andata dei quarti di finale Uefa Europa League. Arsenal Slavia Praga hanno pareggiato, Granada Manchester United è finita 0 a 2, Ajax Roma è finita 1 a 2, Dinamo Zagabria Villarreal è finita 0 a 1. Queste partite si rigiocheranno nel ritorno il 15 aprile alle 21, da questa giornata verranno fuori le quarto squadre per le semifinali del 29 aprile e del 6 maggio, la finale invece è stabilità per il 26 maggio a Pge Arena Gdańsk, Danzica, Polonia.

La classifica pone nel Gruppo A in qualificazione per il prossimo turno Roma al primo posto, Young Boys al secondo, CFR Cluk e CSKA Sofia al terzo e quarto. La prima squadra del Gruppo B invece è l’Arsenal. L’AS Roma nelle ultime cinque gare ha vinto tre volte, perso una e pareggiato una.

Ajax e AS Roma hanno giocato all’Arena di Amsterdam come ricordato anche da www.melbet-italia.com che per i suoi scommettitori inserisce informazioni come orario e stadio dove si gioca. Il primo goal è stato ottenuto dalla squadra di casa con Davy Klaassen al 39° minuto, la Roma di Fonseca però non si è demoralizzata e ha ottenuto al 57° e 87° le due reti con Lorenzo Pellegrini e Roger Ibanez. Prima di inserire la cronaca di alcuni passaggi importanti del match inseriamo le formazioni delle rispettive squadre e anche l’elenco delle sostituzioni.

Ajax Roma, 9 tiri in porta contro 4. I giallorossi hanno risposto alla prima

L’Ajax ha eseguito 15 tiri totali, 9 in porta, la Roma 7 tiri totali e 4 in porta. L’Ajax è la squadra con il possesso di palla maggiore (66% contro il 34%), più numeri di passaggi (609 contro 320) e percentuale di precisione dei passaggi più alta (86% contro 75). Falli commessi da entrambe le squadre 10, 2 ammonizioni per la prima olandese, 3 per la Roma, zero espulsioni. 5 fuorigioco per l’Ajax e 4 per la Roma, 9 calci d’angolo per l’Ajax e 4 per la Roma.

Formazione Ajax con allenatore E.ten Hag. Schema 4-3-3: Scherpen, Rensch, Maduro, Martinez, Tagliafico, Klaassen, Alvarez, Gravenberh, Antony, Tdic, Neres. Sostituzioni Ajax: Klaiber, Idrissi, Ekkelenkamp, Kudus, Franck Traoré, Taylor, Brobbey, Dotarski, Kasanwirjo, Timber, Reiziger.

Formazione Roma, con allenatore Fonseca. Schema 3-4-2-1: Dzeko, Pedro, Pellegrini, Spinazzola, Veretout, Diawara, Peres, Ibanez, Cristante, Mancini, Lopez. Sostituzioni Roma: Villar, Santon, Mayoral, Perez, Ciervo, Calafiori, Milanese, Mirante, Fuzato.

Cronaca primo quarto d’ora della partita

Il primo passaggio a pochi minuti dal fischio dell’arbitro (Sergei Karasev) vede come protagonistra Dzeko con un cross basso dalla fascia sinistra per l’inserimento in area di Pellegrini, il pallone non viene colpito subito.

Il secondo passaggio vede Gravenbrech che prova la conclusione dal limite dell’area. Tiro centrale del centro campista controllato però da Lopez. Al nono minuto Tadc tenta il tiro dal limite dell’area e Cristante si oppone al tentativo.

Nuovo protagonismo di Dzeko, imbeccato in area di rigore sulla destra da Pellegrini, prova il diagonale rasoterra. Il pallone finisce non distante dal palo alla destra di Scherpen. Dribbling di Spinazzola al 13°, ingresso in area, spinge sul fondo e riporta la palla per Dzeko sul secondo palo. Tentativo di concludere la rete la il centravanti della Roma commette fallo su Tagliafico.