Il vetro e le sue potenzialità

Quando penso a una costruzione edile, uno dei miei pensieri va alle finestre di vetro, punto debole delle costruzioni edili.

In questo articolo voglio continuare un argomento già trattato, l’involucro cromogenici. Più in specifico voglio approfondire il tema del funzionamento dei vetri cromogenici.

Nell’articolo: L’edilizia e l’involucri cromogenici termocromici introduco un tipo di vetro che probabilmente sostituirà in futuro i vetri convenzionale nelle costruzioni edili.

Già nel 1978 Richard Rogers affermò che “la casa, l’appartamenti deve diventare come l’animale camaleonte che si adatta”. A quasi trent’anni dalle parole dell’architetto londinese sono stati fatti notevoli progressi nel campo della produzione, lavorazione e applicazione del vetro in architettura. A oggi i vetri più innovativi sono quelli contenenti dispositivi cromogenici.

Il termine cromogenici è stato introdotto dagli studiosi Lambert e Granqvist al fine di designare la scienza che studia i materiali in grado di cambiare le proprie caratteristiche ottiche in risposta ad uno stimolo esterno. Nel campo dell’edilizia l’utilizzo di queste tecnologie consente di realizzare involucri trasparenti a prestazioni variabili, smart window, che rispondono sia ad esigenze materiali di tipo qualitativo-ambientale sia al bisogno simbolico dell’architettura di rappresentare, attraverso segni concreti, l’eterogeneità dei cambiamenti contemporanei.

L’edilizia e l’involucri cromogenici termocromici molte volte non ci rendiamo conto ma la finestra risulta ormai un punto debole dell’edificio e dobbiamo cercare di migliorare questo particolare costruttivo. Come persona, osservo con molto stupore a questo bel settore che si sta sviluppando in una fantastica professionalità.

Il nuovo vetro

Le caratteristiche di un materiale termocromico si trasforma attraverso una reazione chimica che è in grado di modificare l’equilibrio molecolare. Il comportamento termocromico si verifica mediante l’impiego di composti organici, inorganici e film di ossidi metallici, oppure attraverso gel polimerici. I composti termocromici organici e inorganici sono per lo più utilizzati per sistemi termocromici applicati nell’impiego della vita di tutti i giorni, quali ad esempio gli inchiostri termicamente reattivi (utilizzati ad esempio nell’oggettistica) e particolari tipologie di capi di abbigliamento in grado di automodificare il proprio assetto in relazione all’incidenza solare.

Per l’applicazione in architettura sono invece utilizzati più specificatamente i film di ossidi metallici e i gel polimerici che sono quelli, in fase di sperimentazione di laboratorio per poter essere immessi sul mercato. Si possono distinguere nella potenziale applicazione sugli involucri architettonici tre principali tipi di sistema termocromico:

-il sistema con ossidi metallici

-il sistema a separazione di fase

-il sistema con particelle fisse.

Il vetro e il sistema a ossidi

Al superamento di una temperatura critica, gli ossidi metallici passano dallo stato di semiconduttore (nel quale risulta trasparenti) allo stato mettalico (diventando riflettenti) Tra gli ossidi metallici il più utilizzato è il Biossido di Vanadio, che varia le proprie caratteristiche chimiche e ottiche superata una temperatura critica intorno ai 70° C. Per un corretto impiego in architettura sono in corso ricerche per abbassare questa soglia; recenti studi sono riusciti ad abbassare la temperatura di transazione a 30° C incorporando nel vanadio basse concentrazioni di tungsteno.

Il vetro e il sistema a separazione

Nel sistema a separazioni di fase due componenti base, dotati di differenti valori di rifrazione, sono miscelati a formare una soluzione trasparente. Al superamento di una temperatura critica, le due componenti si separano, causando la riflessione della luce assumendo una colorazione latiginosa. I problemi legati ai composti polimerici riguardano l’instabilità alla radiazione ultravioletta, che si manifesta con l’ingiallimento dei materiali, influenzandone le proprietà energetiche; il degrado per effetto dell’umidità e dell’ossigeno sui composti polimerici; la durabilità; la disomogenità durante il mutamento termocromico.

Il vetro e il sistema con particelle fisse

Nei vetri a sistema con particelle fisse le particelle che riflettono la luce sono immerse staticamente nella matrice polimerica. Alle basse temperature l’indice di rifrazione di queste particelle è assimilabile a quelle delle matrice polimerica nella quale sono immerse. Se l’indice di rifrazione delle particelle aumenta improvvisamente con la temperatura, si può raggiungere il cambiamento termotropico. Oltre la temperatura critica quindi, l’indice di rifrazione e il layer diventa opaco. Purtroppo l’indice di rifrazione alle basse temperature della matrice e delle particelle disperse sarà identico solo in un punto: ciò significa che dei problemi di opacità permangono anche allo stato trasparente. Devo ammettere che il settore del vetro sta crescendo e sarà la nuova era dell’edilizi, un settore complesso e molto costoso. Sono curioso di vedere questi grandi cambiamenti.

 

l’ecosostenibilità per la nostra casa

rispetto dell’ambiente grazie allo sviluppo

L’edilizia non fa eccezioni ma quello che mi sorprende nel settore edile è il grandissimo cambiamento che stiamo assistendo continuamente. Le imprese edili sono chiamate continuamente a sviluppare nuove innovazioni.

Personalmente ne sono entusiasto, molte volte non ci accorgiamo ma tra di noi ci sono imprese innovative. Imprese fatte di persone che descrivono il loro settore/lavoro come una melodia piacevole da ascoltare. Si comprende da queste persone, l’impegno, la costanza che ogni giorno applicano per realizzare qualcosa e alla fine, hai nostri occhi sembra prodotta con estrema facilità.
Si tratta di affermare nuovi modelli culturali che coinvolgono la società e le industrie edilizie in relazione al contenimento degli impatti ambientali, come già avviene, gli impegni e le preoccupazioni di natura etica e ambientale come elemento centrale della visione strategica di un modello sostenibile dei processi di produzione.

Per i prodotti da costruzione edile le connessioni fra modelli economici, pensiero ecologico e strategie di marketing richiedono che l’intero sistema sia meno finalizzato al consumo non sostenibile, in coerenza con i programmi per il cambiamento climatico, le istanze ecologiche, la qualità della vita, la salute, l’istruzione, l’integrazione, lo sviluppo.

La frontiera della sostenibilità e della bioedilizia, grazie all’uso di prodotti locali, accanto al riciclaggio, a un senso dell’energia che ne massimizzi il rendimento, riducendo i consumi e il co2, fanno la nuova frontiera dell’edilizia e che ogni costruzione edile deve porsi come regole (innovative) inviolabili.

Nel settore delle costruzioni edili con i principi della bioedilizia si incorporano conoscenze qualificate in beni e servizi, efficace valore aggiunto per gli scenari competitivi e per le numerose implicazioni che raccordano processi costruttivi evoluti e modalità di innovazione di prodotti sia incrementali che radicali.

Questo concetto trova pienamente riscontro su determinate strutture, tipo case in legno o case in paglia; qui la conoscenza della tecnica costruttiva gioca un ruolo fondamentale per evitare problemi assai gravi. Tipo la formazione di condensa.

I costi energetici aumentano

L’aumento dei costi energetici e  le conseguenze correlate ai cambiamenti climatici dovute ai gas clima alterati pongono la questione del rendimento energetico come momento prioritario nell’agenda politica, industriale e delle costruzioni edili.

Nei momenti di crisi economica si richiede: da un lato di salvaguardare i patrimoni di conoscenze, competenze e saperi acquisiti che risultano a rischio per effetto di tagli e ridimensionamenti in termini di chiusura di specifiche attività, di riduzione dell’organico o di delocalizzazione, dall’altro può essere opportuno “rilanciare” lo sviluppo di prodotti e applicazioni innovative come scelta strategica per differenziarsi e approcciare nuovi mercati o per inserirsi in un mercato che diventerà verosimilmente più esigente ma potenzialmente più ampio.

Da molti anni ormai l’umanità sogna e progetta città totalmente ecosostenibili (almeno, quella parte di persone più sensibili alla preservazione dell’ambiente): città alimentate dal sole e dal vento, a basso tasso d’inquinamento, in grado di contribuire ad avviare strategie concrete per risanare i danni già sofferti dal pianeta.

Realizzare un’intera città eco

È in questo senso che va letto il progetto per realizzare Masdar City, città commissionata appunto dalla Masdar, società leader nel settore delle rinnovabili (a sua volta facente parte della Mubadala Development Company, società per lo sviluppo immobiliare ed economico di Abu Dhabi). Il progetto ha visto l’investimento di importanti somme di denaro: nel complesso si parla di più di diciotto miliardi di dollari.

Masdar City sorge nel bel mezzo del deserto a pochi chilometri dalla capitale degli Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi: si tratta di una vera e propria oasi nel deserto (tanto che la parola “masdar” si traduce in “sorgente”).
Il progetto prevede che la città nuova di zecca della Masdar sia completata entro il 2025; i lavori sono stati avviati nel 2008, ma hanno subito una forte battuta d’arresto già nel 2012: ciò potrebbe compromettere il successo dell’impresa entro i tempi originariamente previsti dal progetto.
Benché lo stato di completamento dei lavori sia già in fase piuttosto avanzata, la città appare pressoché deserta allo stato attuale, a differenza dell’irachena Bismayah, (già in parte abitata).

A pieno regime, questo nuovo centro urbano ospiterà circa 40.000 persone, più altri 50.000 pendolari: non si tratta certo di una metropoli, ma mai come in questo caso le dimensioni non contano (è l’idea stessa di una città alimentata quasi del tutto dalle rinnovabili che nutre la nostra curiosità). La città si estenderà su 640 ettari.

Una città che vive in stretta relazione con il sole ed in base ad esso ha definito (o per meglio, definirà) le proprie necessità: se da un lato circa l’80% dell’energia prodotta a Masdar City proverrà proprio dall’irradiazione solare, dall’altro i cittadini saranno in grado di difendersi dagli scottanti raggi della nostra stella.

In un’attenta definizione degli spazi urbani, si è fatto in modo da intendere gli edifici non solo in base alla classica funzione di ospitare scuole, abitazioni ed esercizi commerciali: gli edifici sono disegnati in modo da prolungare il maggior numero di ore possibili le ombre che si andranno a proiettare sulle strade, in modo da proteggere i passanti dal furore del deserto.

Vi sono altre strategie che verranno adottate per fare in modo che la temperatura per le strade della città si mantenga molto più bassa rispetto all’ambiente desertico circostante: ne è un esempio la realizzazione di un anello perimetrale ricco di vegetazione, il cui obiettivo sarà intercettare e mitigare gli effetti delle tempeste di sabbia che altrimenti si abbatterebbero sull’abitato.

 

Due settimane di Serie A: calendari e pronostici dell 4 e 5 giornata

La particolare organizzazione degli impegni di molte squadre in Uefa e giocatori in Nazionale o nelle rispettive nazionali portano a due giornate di Serie A concentratissime.

I club faticheranno non poco nei prossimi giorni, ed è una di quelle fasi di un campionato dove la stanchezza può essere considerato un fattore determinante anche nel betting. Infatti, mentre nelle quote 1×2 o simili si tiene conto dei risultati dell’ultimo match e calcoli matematici (oggi realizzati anche con software o sistemi AI), nelle scommesse asiatiche e in particolare nell’handicap si tiene conto di una piu’ precisa capacità delle squadre di giocare bene o male. Ma andiamo per ordine, iniziando da classifica e partite.

Classifica generale e situzione Champions, Europa e Conference League

Roma, Milan e Napoli sono le prime tre squadre in classifica, tre vittorie consecutive, nove punti raggiunti. Al quarto posto, l’Inter con due vittorie e un pareggio e sette punti. Come Udinese al quinto posto e il Bologna al sesto posto. La Lazio si colloca al settimo posto con sei punti, a causa di una sconfitta dopo due vittorie, seguita dalla Fiorentina in ottavo posto. Seguono: Sassuolo, Atalanta, Torino, Empoli, Genoa, Venezia, Sampdoria, Juventus al sedicesimo, Cagliari. In area retrocessione, Spezia, Verona, Salernitana, le ultime due con tre sconfitte successive.

In Champions, la Juventus ha vinto, l’Atalanta ha pareggiato, Milan e Inter hanno perso. In Europa League il Napoli pareggia, perde la Lazio. La Roma con cinque punti vince in Conference League sul Sofia.

Il calendario della quarta giornata

La prima partita della quarta giornata è Sassuolo Torino, nei bookmakers stranieri la squadra di casa è favorita, poco probabile il pareggio. Al momento della scrittura le squadre entravano in campo con un 4321 contro un 3421. Raspadori si trova davanti Sanabria. Berardi, Duricic Boga dietro per il Sassuolo, Brekalo e Praet dientro a Sanabria per il Torino.

Le partite del 18 settembre sono tre per la quarta giornata. Giocano Genoa contro Fiorentina, Inter contro Bologna, Salenitana contro Atalanta. Le squadre favorite sono Fiorentina, Inter, Atalanta.

Domenica 19 settembre, cinque partite distribuite nella giornata partendo dall’ora di pranzo. Empoli Sampdoria, Venezia Spezia, Lazio Cagliari, Veronaa Roma, Juventus Milan.

Empoli e Sampdoria sono squadre molto simili, si esclude però il pareggio. Il Venezia è favorito di poco rispetto allo Spezia, la Lazio è favorita sul Cagliari. La Roma potrebbe vincere sul Verona, la Juventus è potenzialmente favorita ma affronta il Milan e l’incontro sarà molto difficile. Entrambe le squadre in Champions hanno segnato diversi goal, i rossoneri non hanno vinto ma il match contro il Liverpool è stato combattuto con determinazione.

Della quarta giornata rimane Udinese contro il Napoli, favorito nella vittoria, si esclude il pareggio.

Il calendario della quinta giornata

I bookmakers stranieri come https://www.rabonascommesse.info/ fermano il loro calendario prematch al 23, ma ci sono altri che quotano anche la sesta giornata, molto attaccata con le date alla precedente.

Ecco calendario e pronostico. Al 21 luglio giocano Bologna contro Genoa, Atalanta contro Sassuolo, Fiorentina contro Inter. Favoriti al momento della scrittura, prima della quarta giornata, sono: Bologna, Atalant e Inter.

Al 22 settembre giocano: Spezia Juventus, Salernitana Verona, Cagliari Empoli, Milan Venezia. Le squadre favorite sono: Juventus, Verona, Cagliari e Milan.

Al 23 settembre giocano Sampdoria Napoli, Torino Lazio, Roma Udinese. Squadre favorite: Napoli, Lazio, Roma. La sesta giornata si giocherà dal 25 al 27 settembre mentre molti club si preparano anche per i prossimi impegni Uefa.

Quali sono i migliori produttori di software per i giochi di casinò

Il gioco d’azzardo online in questi anni ha preso piede e così c’è stato anche uno sviluppo tecnologico elevato. Le realtà online esistono già dagli anni ’90 ma si sono ampliate sia come fama che come introiti con l’avvento dei casinò online e delle app per i cellulari.

Se volete provare a giocare online o a scommettere dal vostro smartphone potete farlo analizzando i nuovi bonus di Unique Casino.

In questo articolo andiamo ad esaminare come mai c’è stato questo sviluppo sia nella diffusione che nell’utilizzo e quali sono le caratteristiche primarie e le tecnologie che hanno permesso questa crescita.

Microgaming

La società è nata nel 1994 e sembrerebbe essere la prima ad aver sviluppato dei software per i casinò online. Oltre alla grande esperienza fattasi nel corso degli anni la sua diffusione così ampia è data dalla loro professionalità e qualità. La produzione dei giochi che inserisce online è molteplice e si aggiorna ed alimenta mensilmente.

Sono giochi che riescono a tenere il giocatore attivo e coinvolto. Alla luce di questo l’azienda viene scelta come provider principale da molte piattaforme online di casinò per la lista dei cataloghi di slot machine, videopoker e blackjack. All’interno di questi casinò al momento dell’iscrizione si può usufruire sia di un bonus di benvenuto per usare nuovi giochi o di free spin per le slot machine.

Microgaming è una società che si muove su più fronti, il primo è quello dell’aggiornamento delle tecnologie già esistenti con nuovi programmi e tecnologie, l’altro quello di sperimentazione delle tecnologie nuove. Nel maggio del 2016 lanciò un pacchetto di giochi per Oculus Rift specialmente quelli per  le roulette in VR.

Playtech

Fondata nel 1999 è un’altra delle aziende più anziane del settore. Inizialmente lavorava solo nel settore legale esaminando le leggi nazionali che erano molto restrittive e apparendo come un’azienda seria e sicura nel gaming online.

L’innovazione che ha avuto ha seguito degli importanti passaggi: l’inserimento della modalità multiplayer e la possibilità di accesso con un solo account in tutti i giochi. La qualità è stata alla base nella crescita della società con l’assunzione di nuovo personale per seguire la creazione di nuovi giochi assicurando quantità e qualità.

La Playtech è in continua espansione ed è affiliata alle realtà di community, aggregators e providers. Da poco c’è stato anche un nuovo accordo con la Scientific Games che le permetterà di essere inserita nel loro set promozionale.

Net Entertainment

Nata nel 1996 è conosciuta anche come NetEnt e fornisce giochi in tutto il mondo a 170 casinò. Nel 2011 non appena le leggi permisero l’apertura per i fornitori di giochi d’azzardo online fu la prima ad entrare nel mercato attraverso l’AAMS.

La varietà è uno dei suoi punti forti e lo può fare grazie alle migliaia di dipendenti che ci lavorano creando nuovi contenuti originali che invogliano il giocatore ad usarli.

Questa azienda detiene il record di jackpot più alto mai vinto. Sulla slot Mega Fortune un finlandese vinse 24 milioni di dollari. Questo ha fatto si che la NetEnt è considerata affidabile e sicura nel mondo dei casinò online.

Pro e contro dei social casinò games e la piattaforma rivoluzionaria lanciata da Greentube

Il mondo del gioco d’azzardo, così come tutti gli altri settori commerciali, è in continua evoluzione. Gli sviluppi tecnologici hanno permesso di trovare nuove soluzioni da mettere a disposizione degli utenti. Parliamo dell’introduzione, a partire dal 2013, dei social casinò games, ramo del gambling online capace di muovere fino a 31 miliardi di euro l’anno.

Social casinò games, cosa sono

La prima grande differenza da spiegare tra i social casinò games e i soliti casinò online è la differenza della “moneta” da usare. Nei social casinò games, infatti, non è previsto l’utilizzo di soldi reali, bensì soltanto quello di una “moneta virtuale”. In questo modo chiunque può provare l’ebrezza e il gusto dell’utilizzo di un gioco, senza rimetterci economicamente. I vari giochi disponibili, grazie a simulazioni, colori ed esperienze di gioco coinvolgenti, rendono l’esperienza degli utenti totale, con la sola differenza di giocare con soldi virtuali.

Altra differenza che caratterizza i social casinò games è la possibilità di accedere a questi particolari giochi direttamente attraverso i social network. In particolare è Facebook ad aver avuto un impatto importante sulla diffusione del fenomeno dei giochi virtuali. Meccanismi come la condivisione o la possibilità di giocare in contemporanea con amici, sfidandoli all’occorrenza, ha avvicinato moltissimi utenti a questo nuovo e particolare tipo di intrattenimento.

Come dicevamo i giocatori hanno la possibilità di sperimentare, senza l’uso di soldi reali, i più classici giochi d’azzardo come Slot Machine, Blackjack e Bingo. A disposizione ci sono anche giochi più recenti e con uno sviluppo diverso rispetto ai classici titoli gambling, tra i più diffusi (a partire dal 2015) c’è stato il fenomeno di Candy Crush.

Social casinò games: pro e contro

Come detto la grande differenza tra i social casinò games e i classici giochi d’azzardo è l’utilizzo di una moneta virtuale che azzera i rischi. Certo, l’esperienza di gioco potrebbe risultare meno esaltante, ma i giochi virtuali permettono a tutti gli utenti di divertirsi senza nessun patema d’animo. Vantaggio non da poco.

Eppure dire che nei social casinò games non esiste la possibilità di giocare con soldi reali non è esattamente vero. All’iscrizione, solitamente, si riceve un bonus di benvenuto iniziale, ovvero dei crediti virtuali per giocare, alla fine di questi crediti il gioco termina. Quindi per andare avanti, per salire di livello, per attivare opzioni speciali di gioco e altro ancora è necessario acquistare dei crediti, come in classici giochi free di una qualsiasi app.

Come detto il fenomeno dei social casinò games sono in netta espansione, soprattutto hanno avvicinato al mondo del gioco una grossa fetta di pubblico abbastanza giovane. Uno studio ha infatti appurato che la gran parte di giocatori è composta da un pubblico maschile che va dai 21 ai 35 anni. Ma anche tra le donne il fenomeno è diventato dilagante, attirando sempre più utenti.

Greentube Pro 2.0: lanciata la nuova versione

Anche i giochi virtuali sono in costante evoluzione, gli sviluppatori del settore lavorano per offrire esperienze di gioco sempre più reali ai propri utenti. E proprio in questo senso si inserisce il nuovo progetto di Greentube che ha lanciato una nuova versione di B2B: Greentube Pro 2.0. L’aggiornamento permette alle piattaforme terrestri di restare in contatto con i propri giocatori coinvolgendoli attraverso i casinò social games.

Con Greentube Pro 2.0 è stato dimostrato come i social casinò games siano in grado di attrarre gli utenti con soldi veri meglio di quanto facciano i casinò tradizionali. La piattaforma mette a disposizione oltre 183 giochi sviluppati da 5 diversi produttori.

La novità permetterà presto di coinvolgere diverse piattaforme online che collaborano attivamente con Greentube, il quale fornisce numero slot machine e piattaforme di gioco. L’obiettivo è quello di incrementare l’engagment dei propri utenti e aumentare il tasso di fidelizzazione attraverso la nuova tipologia di giochi presenti sul proprio palinsesto.

Il Coo di Greentube, Georg Cubo, ha dichiarato: “Con Greentube Pro 2.0 vogliamo fornire ai casinò terrestri un prodotto di casinò social che consenta loro di coinvolgere i giocatori al di fuori delle proprietà fisiche. Abbiamo a disposizione contenuti che non sarebbero in grado di provare a meno che non si trovino in un vero e proprio casinò“.

Ucraina Austria: statistiche, formazioni, cronaca

La partita Ucraina Austria era decisiva per noi italiani, usciti vincitori dal Galles. Infatti, da questo match usciva la nostra prima e unica avversaria negli ottavi di finale. L’Italia era favorita secondo molti bookmakers che seguono gli Europei di calcio (https://www3.sitiscommesse24.com/). Alla fine ha vinto l’Austria. Ecco le statistiche della partita e alcune conclusioni importanti.

La formazione di inizio

Ucraina (4-5-1) – Bushchan; Karavaev, Zabarnyi, Matviyenko, Mykolenko; Yarmolenko, Shaparenko (dal 23’st Bomfim), Sydorchuk, Zinchenko; Malinovskyi (dal 1′ st Tsygangkov)), Yaremchuk. A disposizione: Sudakov, Pyatov, Trubin, Dovbyk, Makarenko, Stepanenko, Krivtsov, Tymchyk, Sobol.

Austria (4-3-2-1) – Bachmann; Lainer Dragovic, Hinteregger, Alaba; Schlager, Laimer (dal 26′ st Ilsanker), Grillitsch; Baumgartner (dal 31′ Schopf), Sabitzer; Arnautovic (dal 45′ st Kalajdzic). A disposizione: Schlager,Onisiwo, Gregoritsch, Lienhart, Posch, Schaub, Pervan, Ulmer, Trimmel.

Si è giocato nell’Arena Nazionale di Bucarest, stadio che ospita le finali della Coppa di Romania e della super Coppa di Romania, nonché stadio classificato dall’Uefa nella Categoria 4. Finora qui si sono giocate quattro partite di Euro 2020, le squadre che hanno corso qui sono: Austria, Macedonia del Nord, Ucraina, Francia, Svizzera.

Statistiche della partita

Iniziando dall’Ucraina ha registrato: 5 tiri totali e 1 in porta, 51% di posseso palla, 455 passaggi, 81% precisione nei passaggi. 10 falli commessi, un fuorigioco e 4 calci d’angolo. L’Austria si giocava la possibilità di giocare la sua prima partita storica negli ottavi di finale, squadra con giocatori quasi tutti presenti nella Bundesliga, fortemente atletici e coraggiosi in campo. 18 tiri totali, 4 in porta, 455 passaggi, 49% possesso palla, 70% precisione passaggi. 11 falli commessi, 2 fuorigioco, 9 calci d’angolo.

Nessun cartellino segnalato, ecco la lista dei sostituti. Per l’Ucraina: Sobol, Sudakov, Kryvcov, Stepanenko, Marlos, Pyatov, Makarenko, Cyhankov, Bjjsjedin, Trubin, Tymcyk, Dovbyk. Per l’Austria: Schlanger, Ulmer, Posch, Ilsanker, Gregoritsch, Pervan, Lienhart, Trimmel, Schaub, Schopf, Onisiwo, Kalajdzic.

Interviste e dichiarazioni

L’Austria è una giocatore solida con giocatori di qualità. Sono compatti e forti atleticamente, con gioco loro. Abbiamo grande rispetto per loro e ci aspettiamo una bella partita. Entrambe giocheranno per vincere, anche se sappiamo che un punto ci basterebbe. Tuttavia in questo torneo non si può andare in campo con questa mentalità; giocheremo con l’unico obiettivo di vincere. Parole di Shevchenko.

F. Foda dopo la partita con l’Italia. Siamo tutti dispiaciuti, anche i giocatori, dopo questa eliminazione. Però siamo orgogliosi di questa prestazione. Tutto il paese è orgoglioso della Nazionale, abbiamo scritto la storia arrivando agli ottavi. Abbiamo perso di misura contro una delle favorite agli Europei. La nostra è stata una prestazione comunque straordinaria e sono orgoglioso.

S.S Lazio e il suo nuovo allenatore

La S.S Lazio annuncia che Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della prima squadra. Questo è il comunicato scritto dalla squadra nel suo sito ufficiale il 9 luglio 2021. Sull’account twitter la notizia è corsa veloce e la Lazio ha anche giocato sulla curiosità degli utenti con due foto che richiamano la personalità di Sarri, la sigaretta in mano mentre allena.

Maurizio Sarri è stato chiamato da Lotito per la Champions

Il contratto con Maurizio Sarri durerà due anni e costerà tre milioni a stagione racconta la Gazzetta. In più ricorda che l’addio a Simone Inzaghi non è stato semplice, l’ex capocannoniere celeste ha litigato con la dirigenza. Così i giornali raccontano “Un’operazione che la Lazio ha voluto portare a termine a tutti i costi… Lotito ha puntato su Sarri per pogammare il ritorno in Champions.

Simone Inzaghi ha da poco firmato il contratto con l’Inter, squadra campione che ha chiuso male con Conte.

Pirlo e l’ex tecnico dell’Inter sono gli allenatori, forse “disoccupati”, più discussi del momento: Oggi.it gli ha dedicato un’esclusiva fotografica tra gossip e curiosità. Entrambi gli ex allenatori hanno dei progetti e anche delle notizie di squadre europee interessate a stipulare contratti regionali.

La Lazio ha davanti a sé in classifica il Napoli, la Juventus, l’Atalanta, il Milan e l’Inter. Tutte squadre fortissime che puntano anche loro a vincere e mantenere in posto fino alla finale in Champions, una squadra italiana potrebbe veramente con questa forza di volontà arrivare a giocare il nuovo formato Uefa 2024/2025.

Anche i bookmakers online sono interessati a questo possibile esito, parliamo di portali di scommesse sportive del tipo www.toprally.it. Ancora non hanno creanto antepost ma da luglio e dopo la fine degli Europei di calcio, si inizieranno a scrivere i primi pronostici e forse le prime quote.

Qualcuno conosce bene Maurizio Sarri, ecco chi

L’allenatore Arrigo Sacchi conosce bene Maurizio Sarri approva la scelta della Lazio, lo dichiara a La Gazzetta dello Sport.

  • Sarri non ha bisogno di consigli, sa già quello che deve fare. È un allenatore che sa dare uno stile alle squadre, e questo non è da tutti.
  • Credo proprio che la stagione trascorsa in bianconero gli abbia insegnato molte cose. E siccome stiamo parlando di un uomo intelligente sono certo che questa esperienza lo abbia migliorato. Alla Lazio si troverà bene.
  • gli allenatori devono essere dei maestri, degli strateghi, e non soltanto dei tattici. Sarri è uno che insegna il calcio, i suoi ragazzi non hanno che da seguirlo e vedrete che otterranno grandi soddisfazioni. Certo, un po’ di tempo, all’inizio, bisogna concederglielo perché i castelli non si costruiscono dall’oggi al domani.
  • Nell’intervista, Arrigo Sacchi ha anche parlato dell’Italia che giocherà lunedì la prima partita degli europei contro la Turchia.
  • “l campionato europeo ci dirà il nostro reale valore. Nel frattempo, non dobbiamo scordarci che il ct e i suoi ragazzi hanno ereditato una Nazionale che dopo circa 60 anni ha mancato la qualificazione a un Mondiale, quello in Russia. Inoltre, i club italiani pur ‘rinforzati’ da giocatori stranieri non vincono tornei internazionali da undici anni.”

11 giugno 2021, iniziano gli europei Euro 2020

Onoreremo ogni minuto, scenderemo in campo con la spensieratezza di quando si è ragazzini e si comincia a giocare a calcio, ma anche con la responsabilità di chi rappresenta uno dei paesi più forti e belle al mondo. Queste sono solo alcune delle parole di Roberto Mancini, CT degli Azzurri, all’Italia, una lettera più lunga dove l’allenatore riflette anche sulle difficoltà vissute a causa della pandemia, prima del grande appuntamento sportivo.

“Sembra passata un’eternità – scrive – da quando abbiamo ottenuto la qualificazione in quella sera all’Olimpico contro la Grecia, era ottobre 2019, eravamo euforici e davanti a noi l’occasione di tornare all’Olimpico qualche mese dopo e toglierci una grande soddisfazione sportiva con l’Europeo itinerante.

Il 2020 doveva essere l’anno di una grande soddisfazione, l’anno in cui condividere una gioia insieme, ma sappiamo tutti come è andata.

È stato un anno in cui abbiamo cambiato le nostre abitudini, per alcuni sono stati mesi lontani dalle persone che amiamo, qualcuno purtroppo le persone che ama le ha perse. Mesi in cui le cose più semplici sono diventate complesse. Per nessuno è stato facile, eppure ognuno a modo suo ce l’ha fatta.

Le conseguenze della pandemia globale sono ancora evidenti e toccherà essere forti ancora per un po’.

Lo sport in questi momenti, come ho detto più di una volta, è uno strumento essenziale della nostra vita. Può aiutarci a stare meglio, può aiutarci a staccare temporaneamente da alcuni pensieri o momenti complicati. Lo sport può regalarci tante emozioni positive. Mai come ora ne abbiamo estremo bisogno.

Convocati Italia e Formazione probabile

Chiellini attaccante e capitano azzurro ha espresso i suoi pensieri sul debutto italiano agli europei. “La voglia di rifarci è tanta, la sconfitta con la Svezia a Milano per la qualificazione ai Mondiali non si può cancellare e ci rimane dentro. Siamo stati bravi però a trasformare quella delusione in entusiasmo, noi ma anche i tifosi che si stanno galvanizzando per una competizione che manca ormai da 5 anni.”

Da Tuttosport, ecco la lista dei 26 convocati di venerdì, giornata che prevede anche un momento di festa iniziare e tanti eventi legati al calcio, allo sport e alla musica.

  • Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino).
  • Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Psg), Leonardo Spinazzola (Roma), Rafael Toloi (Atalanta).
  • Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Frello Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Marco Verratti (Psg).
  • Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo).

C’è chi ipotizza anche delle formazioni, nei bookmakers l’Italia è favorita con quota, ad esempo su https://www.babibet.net/, a 1.51 contro gli 8 punti della Turchia e 3.70 del pareggio.

La prima formazione dell’Italia potrebbe essere: 4-3-3 con Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. Sono indisponibili Pellegrini e Verratti-

La Turchia squadra 1 risponderebbe con un 4-1-4-1 e Çakir; Celik, Söyüncü, Demiral, Meras; Yokuslu; Karaman, Yazici, Tufan, Calhanoglu; Yilmaz. La nostra squadra avversaria non ha giocatori indisponibili.

Cosa sono i Bonus Benvenuto e i Bonus Scommesse

Chi ha già una discreta conoscenza dei siti di scommesse online certamente avrà sentito parlare di Bonus Benvenuto e Bonus Scommesse.. Questo articolo serve a farvi capire bene cosa sono e come sfruttarli nel modo adeguato.

Bonus di benvenuto: cosa sono e come usarli al meglio quando si gioca

I bonus di benvenuto, come è facilmente intuibile, sono dei bonus dedicati a chi è appena arrivato cioè ai nuovi giocatori che accedono a quel sito specifico. Questo tipo di bonus è abbastanza alto perché deve attirare il giocatore per farlo giocare su quel sito e non su i tanti altri presenti online, infatti la concorrenza nel mondo delle scommesse è molto alta. Questo bonus di benvenuto dedicato ai nuovi clienti si può utilizzare una volta sola e ce ne sono diverse tipologie. Il più interessante è certamente il bonus scommesse sportive, che è un tipo di bonus che dà la possibilità di giocare più schedine e quindi di moltiplicare le probabilità di vittoria.

I bonus di benvenuto sono nati con la trasformazione on-line del gioco d’azzardo: infatti non erano utilizzati nelle classiche agenzie di scommesse o nelle slot dei bar sia perché era difficile erogarli non online sia perché sono nati appunto per battere la concorrenza e ai tempi pre-gambling online era difficile che dal bar sotto casa ci si spostasse più lontano solo per il gusto di provare.

Bonus scommesse: cosa sono e come usarli al meglio quando si gioca

Come dicevamo i Bonus Scommesse sono i più ricercati perché aumentano la probabilità di vincita. In questo caso sono presenti sia come bonus di benvenuto appunto sia come bonus post registrazione: di questi ultimi ne possono anche usufruire giocatori già iscritti. Ce ne sono di diverse tipologie ad esempio Bonus Scommesse sulla prima ricarica oppure Bonus Scommesse senza deposito; possono rimborsare la giocata o le giocate del giocatore oppure consistono in una percentuale sulla prima ricarica eseguita. Ma come si fa a scegliere il miglior Bonus Scommesse? Bisogna innanzitutto pensare di che tipo è il nostro gioco e scegliere in base a questo. Facciamo alcuni esempi: se di solito si punta su una sola partita è preferibile scegliere il rimborso della giocata invece se si giocano di solito più partite è il caso di optare per il bonus scommesse che restituisce una percentuale sulla prima ricarica effettuata così da poter giocare su più schedine. Questo secondo tipo cioè sulla percentuale è il Bonus Scommesse più scelto.

Nella scelta di un sito scommesse bisogna guardare anche se offre dei bonus a chi è già iscritto in modo che se giocheremo a lungo su quel sito ne potremo usufruire anche noi.

 

Questa attenzione al giocatore e al marketing fa si che il settore delle scommesse sia tra i pochi che sono sopravvissuti alla crisi, anzi che trascinano l’economia italiana. Il risultato positivo è che si sono creati dei posti di lavoro, quindi il merito del Bonus Scommesse e dei Bonus Benvenuto è quello di avere rafforzato questo settore, rivoluzionando il gioco d’azzardo e delle scommesse, che in generale sono sempre attenti al giocatore e non escludiamo che in futuro vi possono essere ancora degli altri tipi di Bonus.

A questo punto è legittimo chiedersi dove giocare e perché. Non in tutti i Paesi il gioco d’azzardo è consentito. Alcuni dei Paesi che consentono ai casinò e ai siti di scommesse online di operare hanno linee guida e regolamenti severi che assicurano che i casinò e i siti di scommesse funzionino legittimamente. Si assicurano che il sito paghi quando i giocatori vincono e assicurano che le quote pubblicate corrispondano alle quote effettive programmate in ciascun gioco/sport. Un sito legale che consiglio è http://www.betnuovo.com.

I siti di giochi illegali potrebbero dirti che i loro giochi sono equi e testati, ma come fai a saperlo? Con operatori di gioco d’azzardo online legali a marchio Aams i giochi sono testati dagli stessi regolatori che testano tutto al casinò fisico. Ciò dovrebbe darti la certezza che una slot machine sta pagando ciò che è destinato a rimborsare, che un mazzo di carte digitali è gestito in modo equo e che ogni altro aspetto di ogni altro gioco è a livello.

E i giochi non sono solo testati: i casinò e le scommesse sportive online sono tenuti a presentare resoconti dettagliati di tutto ciò che accade all’interno di un gioco in modo che chi vigila possa individuare qualsiasi cosa irregolare. La tenuta dei registri significa che se avete una controversia con un casinò o con un sito di scommesse, chi vigila sarà in grado di risolverlo con fatti. Non è possibile ottenere questo livello di sicurezza nei siti di giochi d’azzardo illegali.

 

Federer si ritira, il mio obiettivo è Wimbledon ora devo pensare al mio fisico.

Maratona giocata contro Koepfer, costringe Roger Federer a ritirarsi e non giocare contro Berettini. “non so quanta benzina mi rimane e quanto il mio fisico riuscirà a reggere”. Per scommettere sui prossimi incontri e usufruire del bonus di benvenuto collegatevi a 22betonline.it . Il Roland Garros ha confermato il ritiro di Federer dopo la lunga partita sostenuta contro il tedesco Dominik Koepfer. In una dichiarazione ha detto “ho parlato con il mio team e ho deciso di ritirarmi dal Roland Garros.

Ho subito due interventi al ginocchio e un anno di riabilitazione quindi mi trovo costretto a fare i conti con il mio corpo e lo devo ascoltare. La strada verso il recupero completo è ancora lunga, sono entusiasta delle tre partite vinte. Stare in campo e vincere è la sensazione più bella”.

Guy Forget, direttore del torneo, ha commentato la notizia “il torneo del Roland Garros è molto dispiaciuto per il ritiro di Federer dopo aver giocato e vinto una grande partita contro Koepfer. Siamo contenti che sia venuto a Parigi e ci ha deliziato con il suo alto livello in campo. Gli auguriamo il meglio per il resto della stagione”.

Dichiarazione di Federer prima di lasciare Parigi

Roger è stato fiaccato da una maratona di 3 ore e 35 minuti dove si è arrivati a tre tie break e quattro long set. “match duro ma è bello provare queste sensazioni. Ora devo pensare a quale scelta sia la migliore da fare in vista dei prossimi appuntamenti tennistici. Vorrei giocare i tornei su erba e non mi aspettavo proprio di vincere tre partite qui a Parigi. Non so ancora in che condizioni è il mio fisico e quanta benzina mi resta specialmente dopo una partita del genere. E,’ stata una battaglia e l’ho giocata fino alla fine ma ora devo pensare al mio fisico”.